Attendere

Attendere

MINDFULNESS

Negli ultimi anni, non solo la mindfulness ha trovato un posto nella psicoterapia tradizionale, ma attualmente è l’area della pratica clinica che si sta sviluppando con maggior rapidità. Molti clinici hanno finito con l’accorgersi che la mindfulness è un meccanismo curativo che trascende la diagnosi, affronta le cause che sono alla base della sofferenza ed è una componente attiva delle psicoterapie più efficaci. Il valore clinico delle tecniche di mindfulness è stato dimostrato per molte difficoltà psicologiche, e gli interventi si sono dimostrati efficaci per una vasta gamma di pazienti, da soggetti con una malattia mentale cronica a bambini, adolescenti, coppie e famiglie.
La Psicoterapia mindfulness based è una psicoterapia che, al di là del modello psico-evolutivo al quale fa riferimento, considera essenziale l’inserimento della coltivazione della consapevolezza nel suo percorso.
Ci sono vari modi per integrare la mindfulness in ambito psicoterapeutico. Uno fra questi, è quello di integrare nel “tempo” della psicoterapia momenti dedicati alla revisione della storia autobiografica, all’espressione, alla riflessione, alla condivisione del proprio vissuto mentale e sensoriale e momenti di silenzio, di ascolto interiore, di attenzione. Durante la psicoterapia, proponendo l’inserimento di alcune pratiche specifiche, viene dedicato uno spazio che sia fondamento stesso della psicoterapia, a coltivare consapevolezza, cioè quello stato mentale originale della mente, centrato sul momento presente, non giudicante, caratterizzato dall’attitudine alla conoscenza, all’equanimità, alla gentilezza, unico luogo mentale in cui sia possibile accogliere e trasformare aspetti interiori  irrisolti e problematici o schemi mentali disfunzionali e patologici.
Aumentando la consapevolezza al momento presente di sensazioni( attrazione e repulsione ad es), percezioni, impulsi, emozioni, pensieri, sensazioni fisiche, azioni, parole  e relazioni aiuta a trasformare la propria relazione con la sofferenza (o prevenirla) anche attraverso un’accettazione ciò che c’è così com’è. Proprio grazie a questa accettazione, che permette il contatto con la realtà, paradossalmente spesso avviene la trasformazione e insight più profondi su se il mondo, la trasitorietà, il modo di trasformare situazioni difficili e dolorose.

Un altro aspetto importante di questo approccio è l’elaborazione di una possibile teoria che vede come fulcro, il meta-meccanismo della “ri-percezione”, per significare la disidentificazione che avviene rispetto ai contenuti della coscienza. La ri-percezione viene considerato il fattore centrale che contribuisce in modo significativo agli effetti trasformativi della mindfulness, attraverso anche una rete di connessione ad altri processi aggiuntivi quali: l’autoregolazione, il chiarimento dei valori, la flessibilità cognitiva e l’esposizione.
Questo ovviamente, presuppone che il terapeuta sia in grado di maneggiare questo strumento e che sappia inserirlo, secondo le necessità del paziente e del cammino di psicoterapia in atto. A sua volta, il terapeuta stesso, affinché possa sentirsi a suo agio nel proporre questa “fusione”, oltre ad essere competente riguardo a come lavorare in psicoterapia, (seguendo il modello di riferimento conosciuto) deve avere alle spalle una solida e certificata pratica personale di mindfulness, senza la quale non otterrebbe sicuramente quegli effetti trasformativi propri di una relazione terapeutica di successo.
La differenza, in una psicoterapia mindfulness-based, infatti, oltre all’applicazione di tecniche specifiche e adatte al contesto, sembra sia proprio essere in quella qualità relazionale fatta di sfumature, di presenza ed empatia, di ascolto ed equanimità, che un “terapeuta consapevole” è più in grado di offrire. 

×

K!logo

Graphic Design & FE/BE Programming by Krich!


photo by Unsplash

ph.
Baim Hanif
Marco Bianchetti
Rhys EST2018
GingerTiger
Rohan Makhecha
Zach Lucero
Janko Ferlič
Tomas Williams
Andriy Babarytskyi
Krissia Cruz
Ksenia Makagonova
Annie Spratt
Hermes Rivera
Sebastian Engler
veeterzy
Aaron Burden
Justin Novello
Oscar Keys
Verne Ho
Larm Rmah
Jeremy Thomas
Jordan Steranka
Toa Heftiba
Elijah O'Donnell
Zach Reiner
Tim Marshall
Nick Moore
Casey Horner


some CSS styles by W3S

Parallax based on Luxy Vanilla.js

Image Gallery by Melinda Golden

Bootstrap, jQuery and other stuff